In seguito al ritrovamento di abiti insanguinati nella sua proprietà, un contadino decide di chiamare la polizia. Seguono le indagini sul caso…

Laborafilm (Torino)

Video originale pubblicato da Laborafilm – Casa di Produzione su YouTube.

Guarda e scarica film e serie TV con Prime Video
Con l’iscrizione ad Amazon Prime puoi guardare le favolose serie Amazon Original in esclusiva e migliaia di film e serie TV di grande successo senza costi aggiuntivi.

12 pensiero su “I segni del caso (cortometraggio – 2013)”
  1. Ciao, abbiamo deciso di non specificare alcuni dettagli, come appunto “regia di”, perché volevamo (e così è stato) che fosse un lavoro di gruppo, scritto e diretto confrontandoci ogni volta sulle immagini e sulle scelte di scrittura.
    Seppure ci sia sempre chi da uno stile alle immagini e al tipo di storia da raccontare, abbiamo preferito mostrarlo come un lavoro a più mani. 

  2. Allora, non so quanto mi sia piaciuto ma trovo che uno stile ci sia, più nella dinamica temporale e nelle sospensioni, dunque nella regia, che nelle inquadrature o nella sceneggiatura.
     Azzeccate le ambientazioni e la figura del contadino.

  3. Ti ringrazio per aver commentato questo particolare; la dinamica “registica” pensata prevedeva un distacco, una distanza tra soggetti e ambiente, noterai l’assenza di molti pp ed il prevalere di figure intere. 

    Grazie dell’attenzione.

  4. Sì, avevo notato l’uso prevalente di campi medio lunghi che sicuramente aiutano a descrivere lo spazio e il tempo e quindi le distanze come volevate.

  5. @pseudonimolibero Esatto, ci auguriamo che te segua ancora i nostri lavori, risponderemo nuovamente ai tuoi dubbi. 
    un saluto da Laborafilm.

  6. Ciao Rasputin, dimmi pure, ti ha per caso disturbato il decentramento di alcune inquadrature? Per il resto il campo controcampo del dialogo iniziale non mi sembra che presenti “errori”, a cosa ti riferisci in particolare?
    un saluto

  7. si all’inizio manda in confusione la scelta di spostare la telecamera con inquadrature che spaziano su i 360°

  8. Capisco a cosa ti riferisci; è una cosa che chiaramente abbiamo scelto consapevolmente, per “ribaltare” l’interrogatorio da un punto di vista diverso, e all’atto della “bugia” del contadino appoggiarci al linguaggio filmico. Tuttavia è vero, può risultare un procedimento non proprio riuscito. 

  9. Ti ringraziamo molto della gentilezza; da parte nostra, l’impegno vuole essere direttamente proporzionale al succedersi di progetti. Mi auguro che te ci segua ancora, un saluto da tutti noi “Rasputin”!

I commenti sono chiusi.